Compagna di vita
Anima della nostra energia vitale... LEI e' la sacra maglia rossonera
Lei e' venuta, in questo lungo viaggio... viaggiando accanto a me, fedele compagna, inseparabile amica del cuore... di quella parte del cuore scolpita nel profondo della mia anima...

 
Home page      Alcuni passi...
Stampa questa paginaAggiungi ai Preferiti
Eppure c'era, c'è... ci sarà sempre... qualcosa che va oltre, molto oltre questa apparente banalità... questa apparente superficialità... se tutto questo smuove milioni, miliardi di persone... se tutto questo rappresenta una delle più importanti industrie al mondo... se eserciti interi, popolazioni intere si mobilitano per vedere 90 minuti di spettacolo neppure garantito affrontando spesso ingenti spese, disagi, il caldo e il freddo, viaggi e trasferte... 
Sì c'è... è evidente che ci sia qualcosa che va molto oltre ma è difficile da percepire finché ne sei fuori... devi affacciarti, entrare, osservare, ascoltare... devi tornare bambino per capire il senso del gioco... devi tornare bambino per essere avvolto dall'immensità dello stadio, dalla sua grandezza, dalla sua bellezza... per vedere la porta come un passaggio magico verso l'aldilà... una soglia oltre la quale c'è la gioia più grande o il dolore più profondo... devi vivere e rivivere, accogliere le emozioni che transitano, scorrono, elettriche e fulminee... implacabili e profonde... 
Le emozioni... la gioia... l'amore...
 


Il Calcio riesce a darti tutto questo e non solo... ti dà la chance di vincere... perdere... persino quella di restare nel nulla... in un pareggio a reti bianche...
ti dà il senso del giusto e dell'ingiusto, l'occasione di unirti a degli amici e condividere tutto questo, aggregarti, unirti sotto una bandiera, una maglia, dei colori, un unico grido...

Quando indossi questa maglia, la indossi nel cuore... e rimane per sempre... sarà Lei la tua
Compagna di Vita

Quella che non lascerai mai... quella che non puoi togliere, cambiare... invecchierà con te caratterizzando la tua esistenza... sarai additato, invidiato, osannato o bistrattato, deriso e umiliato... ma la difenderai perché non potrai tradire ciò che ami... cambierai donne, uomini ( se sei donna … :-))) avrai amori fisici, materiali, passioni che vanno e vengono... cambierai lavoro, casa, luogo di vacanza, abitudini, gusti e crescerai... farai promesse di fedeltà che non potrai mantenere, giurerai cose che non farai, cambierai look, abito, stile di vita, auto, moto e gusti musicali...

La tua maglia, la tua Squadra... resterà per sempre... perché con Lei, insieme a Lei... hai stabilito un patto d'Amore non dissolubile... un grande Amore... Universale e totale...
 



PHENOMENA

 

La trama di quell'anno esulava dal semplice gioco dei sorteggi... c'era la poesia Dantesca, la mano di Tiziano Sclavi... lo spirito di Agamennone... la musica degli Iron Maiden... gli autori di Scherzi a parte... il Diavolo non doveva più affrontare solamente una finale... era uno scontro fratricida... un urto frontale... tutti gli aspiranti al trono erano stati sconfitti e ora si scostavano per assistere al passaggio dei duellanti superstiti...

Piemonte contro Lombardia

Torino contro Milano

Bianconeri contro Rossoneri...

Juventus … Milan … !!!

Non si era ancora dissolta la condensa velenosa della semifinale con i cuginetti piangina che già si affilavano le bandiere, si stendevano gli striscioni, si riarmavano le bocche da fuoco e si ricaricavano le polveri... nessuno godeva più del libero arbitrio... erano i Grandi Dei del Pallone a dirigere il gioco, a divertirsi... sadicamente... con i nostri cuori...

il 28 Maggio 2003 la finale tutta italiana... ero a S.Siro a vederla sul maxitabellone, insieme a me 30-40.000 compagni di tormento... lame taglienti volteggiavano sullo schermo ad ogni tocco del pallone... olio bollente colava sugli spalti ad ogni azione, ogni dribbling, ogni rarissimo tiro... ancora una volta le squadre si annullavano a vicenda con poche occasioni da gol... giunsero i tempi supplementari... 0 – 0 … si andava ai rigori...


L'elmo, la corazza, lo scudo, la spada e il giavellotto... da una parte i rigoristi, dall'altra i due portieri, Buffon e Dida... la serie cominciava... Trezeguet... Dida... Didaaaaaaaaaaa

Serginho gollllll

Poi segna la juve ma sbaglia Seedorf... tutto da rifare...

Poi ancora Didaaaaa, ma poi ancora Buffon.. :-(((

Quarto tiro, Montero sul dischetto e Dida... Dida... Dida respingeeeeeee...SupersuperDIDDDDAAAAA

Ora Sandrino dal dischetto, la palla in rete, è vantaggio, segna Del Piero, è la quinta serie... il Match-Ball è nostro e arriva...

Lo sguardo di Sheva, mentre si avvicina alla lunetta, agli 11 metri... gli occhi di un giustiziere fiero e glaciale, gelido e rovente mentre scruta il mondo, la palla, la porta, il portiere... gli spalti, l'arbitro, la rete, Buffon... Sheva... La Maschera di Ferro... Rambo... Ben Hur... Il Gladiatore... Momenti di gloria... Stati di allucinazione... Vai ora, figlio dell'Est... tocca a te... spinto dal desiderio di milioni di tifosi rossoneri nel mondo... eletto per celebrare il rito spietato dell'esecuzione capitale... sali in sella, cavalca verso il nemico, colpiscilo, annientalo, corri Andriy... scrivi la tua pagina di storia, la nostra... corri e scrivi... mettila, a destra... infilza la signora... senza pietà, perchè dobbiamo... assolutamente... vincere... urlare... gridare... esplodere....

GOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL

Corri Phenomeno corri... abbraccia il cuore dell'altro Phenomeno... Siiiiiiii.... Sheva e Dida si abbracciano... Phenomenaaaaaaa....

noi ci abbracciamo... li abbracciamo... l'Europa intera si stringe intorno a noi, coriandoli, bandiere, sciarpe, tutto è rossonero... We are te champions.... Weeeeeee..... are te Chammmmpionssssss

No time... for losers... and we... are... te chammmpions...


AGAIN................................................


Era nostra, nostra la festa straordinaria per la Coppa più sofferta, quella che sarebbe rimasta per sempre, lasciando cicatrici inguaribili nelle due principali rivali di sempre... loro sotto, noi sopra.... loro nella polvere... noi sull'altare... loro nel nulla... noi nel tutto...

Siamo noi, siamo noi... i Campioni dell'Europa siamo NOIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

 


Ora non c'era più nulla da capire, nulla da chiedersi... la finale di Atene aveva cancellato ogni dubbio sul senso della vita, sull'origine del pianeta, sull'esistenza di un dio... ora non c'era bisogno di risposte perché non aveva più neppure senso fare delle domande.




Le emozioni parlavano da sole, l'orgoglio, la pace, la serenità, il nirvana, tutto era stato risolto, il Diavolo non era più malvagio, gli angeli volteggiavano indisturbati tra le fiamme dell'inferno rossonero che ovunque nel mondo portava polveri magiche e incantate... esisteva tutto, le fiabe, le favole, la leggenda... era tutto vero, non erano solamente sogni o fantasie, Robin Hood e Davy Crockett, Cappuccetto Rosso e Biancaneve... Babbo Natale e la befana, il lupo cattivo e i tre porcellini... Zorro, Don Chisciotte, Sandokan, Ulisse, Ettore ed Achille, Davide e Golia, Giulio Cesare e Ponzio Pilato, non c'erano più regni distinti tra la realtà e la fantasia, tra la storia e la mitologia, tra il passato e il presente, era nata una nuova forma di energia, una nuova coscienza, una nuova dimensione a cui potevamo accedere noi, noi soli... che indossavamo sul cuore la sacra compagna di vita, i colori dell'atmosfera, dell'equatore, dei poli magnetici e dell'asse terrestre... eravamo polvere e siamo risorti, ascesi al cielo... vivevamo nella terra dell'oro, nel cuore di un reame generoso, luminoso... avevamo tutto, i nostri sogni, i desideri, l'amore, la gioia, la felicità... era il massimo, quasi...

Compagnadivita.com e' realizzato da Paolo Goglio, autore del sito e del progetto editoriale iniziato nel 2009 - Una ricerca interiore della mia anima rossonera e del grande spirito che alimenta la mia fede, il mio amore, la mia vita...